Il 14 febbraio 2022 iMateria ha comunicato a tutti gli Enti terzi le nuove modalità di caricamento dei Crediti Formativi Professionali (CFP) per gli architetti. La nuova modalità prevede un importante ruolo del professionista che dovrà autonomamente certificare la propria formazione.
Qui di seguito vi indichiamo la procedura passo-passo.

Come noto gli Architetti iscritti al CNAPPC devono maturare 60 crediti formativi nel triennio, con un minimo annuale di 10. Tra le modalità che permettono di maturare CFP esiste la possibilità di partecipare a corsi di aggiornamento professionale; i crediti poi vengono caricati sul libretto di ogni professionista, che può così tenere monitorato il suo andamento annuale e triennale.

La piattaforma i-Materia dedicata alla categoria professionale degli architetti offre numerosi servizi, tra i quali il registro della formazione.

Gli Enti di Formazione e i professionisti avevano due visualizzazioni differenti della piattaforma, ma che garantivano: all’Ente di caricare i crediti maturati dal Professionista e a quest’ultimo di monitorare la sua situazione e lasciare il feedback relativo ai corsi svolti. I crediti erano poi definitivamente accettati da parte del CNAPPC che garantiva il proprio controllo finale.

In uno dei nostri precedenti articoli chiarivamo ai professionisti come procedere per lasciare il proprio feedback sulla piattaforma i-Materia.

Nelle ultime settimane è stata inviata una comunicazione ufficiale agli Enti di formazione terzi, come Tecnoacademy, indicando un’importante modifica alla procedura di caricamento crediti.

Dal 2022 infatti, gli enti terzi di formazione non hanno più la possibilità di caricare i crediti maturati dai professionisti, che dovranno procedere con l’inserimento di un’autocertificazione nella piattaforma i-Materia.

Per registrare l’attestato di frequenza rilasciato dagli Enti accreditati CNAPPC, il professionista dovrà seguire questa procedura:

1 – Entrare in iMateria;

2 – Aprire la sezione “Le mie certificazioni”;

3 – Registrare una “Nuova Istanza”;

4 – Selezionare “Richiesta crediti con autocertificazioni”;

5 – Selezionare “Corsi o seminari erogati da Enti di formazione accreditati”;

6 – Completare con i dati richiesti;

7- Salvare l’istanza;

8 -Generare il modello di autocertificazione;

9 – Allegare l’autocertificazione, il documento di identità ed il relativo attestato di frequenza;

10 – Inviare l’istanza.

La procedura sarà validata poi dagli Ordini Territoriali che accetteranno l’autocertificazione dell’utente.

Per facilitare l’autocertificazione dei professionisti che seguono i corsi sulla nostra piattaforma e-learning, abbiamo inserito l’autorizzazione CNA allo svolgimento dell’attività formativa all’interno della sezione “course media” della piattaforma per i corsi accreditati CNAPPC.
Tale documento potrà essere inviato al proprio Ordine Territoriale insieme all’attestato che rilasciamo al termine delle lezioni e garantirà ad entrambi di verificare il corretto accreditamento del corso e-learning.

Articoli suggeriti